È davvero possibile conoscere il linguaggio segreto del bambino?

By | 23 Settembre 2017

Si, con il programma H.U.G your Baby è possibile conoscere il linguaggio segreto del tuo bambino.

Il termine in Italiano significa:
Helping; aiutare; Understanding, capire; Guidance, Aiutare (il tuo bambino).

Oppure più semplicemente “Abbraccio”, una parola che racchiude con forza e sicurezza tutte e tre le azioni.

È un programma ideato e creato dall’infermiera e consulente dell’allattamento, Jan Tedder, grazie alla sua esperienza lavorativa di oltre trenta anni  con neogenitori e donne in gravidanza.

Presentato in molte conferenze internazionali, ha ottenuto molti riconoscimenti dalla letteratura medica*, poiché si basa sulla letteratura di specialisti nei campi dell’allattamento al seno e dello sviluppo del bambino quali  Brazelton,  Klaus, Papousek, Howard, Bergman.

Pone quale obiettivo offrire uno strumento per entrare in comunicazione con il proprio bambino ai neogenitori o futuri genitori, nel pieno rispetto dei suoi tempi, rinforzare le loro competenze genitoriali aumentando la propria autostima nella relazione con il loro bambino.

Cercare on line le informazioni, soluzioni per aiutare il proprio bambino può creare stress, confusione, per la marea di indicazioni che si trovano.

Come porre domande nei gruppi social, genera stress e preoccupazione perché alla fine non si capisce quale sia la soluzione migliore per il tuo bambino, vieni assalita da confusione, dubbi scatenando ansia, insicurezza, incertezza. Anziché conoscenza e sicurezza.

Per prepararti al ruolo di genitore, o svolgere al meglio il tuo ruolo puoi leggere libri, rivolgerti ai professionisti come:
medico, levatrici, infermiere pediatriche, insegnanti del massaggio infantile.

Ma soprattutto fidarti del tuo istinto genitoriale e seguire il tuo cuore che ti permetterà  offrire il meglio al tuo bambino. Ed è il mio obiettivo con il Metodo Armony ri-delegare a te neo genitore, le tue competenze, perché sei l’unico vero esperto del tuo bambino.

Negli incontri individuali, per il massaggio infantile, integro i principi del programma H.U.G, fornendo informazioni semplici, con particolare attenzione ai segnali di SOS, ZONE.

Cosa sono e come fare:

SOS: è un segnale di iper stimolazione, il bambino richiede un momento di stop, per ritrovare la sua stabilità , riorganizzarsi. Una possibile soluzione per calmarlo: abbracciarlo, lo puoi contenere (portare le sue manine al centro del suo corpo, le gambine raccolte), questi semplici gesti lo rassicurano e lo calmano.

Vero che i bambini hanno bisogno di stimoli per il loro sviluppo, resta fondamentale che questi siano proposti con gradualità , non siano troppi e tutti insieme.

La sensazione che prova è la stessa che provi tu quando sei supermercati e vieni bombardata da stimoli visivi, uditivi, con luci, musiche, gente che parla, un vero caos e non vedi l’ora di tornare a casa o andare in un luogo tranquillo.

Per cui quando il bambino lancia il segnale SOS é fondamentale che questo venga rispettato. La sua richiesta viene espressa con segnali corporei e di comportamento, una volta individuati ti permetteranno un’intervento preciso.

ZONE: sono le zone dei diversi comportamenti, il pediatra Berry Bratzelton ha descritto 6 possibilità  di comportamenti che influenzano il modo di agire dell’adulto nei confronti del bambino. Le zone sono:

  • sonno attivo,
  • sonno profondo,
  • veglia attiva,
  • veglia quieta,
  • pianto
  • uno stato intermedio.

Con il programma H.U.G queste zone vengono semplificate, diventano 3:

  • Zona riposo,
  • Zona pronto,
  • Zona del riavvio.

L’ultima terminologia prende spunto dai computer. Quando i computer ricevono troppi input vanno riavviati, un intervento per modificare qualcosa che non va. Per il bambino il principio è lo stesso: fermare e riavviare.

Conoscere questi segnali di SOS e ZONE diventano uno strumento efficace per individuare i momenti migliori per il riposo, il pasto, il gioco, entrare in relazione con te genitore o fare il massaggio.

La lettura dei segnali è fondamentale al momento della richiesta del  che si fa al bambino prima di ogni massaggio.  Ogni bambino ha il diritto di dire si o no al massaggio.

Può sembrare difficile capire i segnali, oppure leggerli in modo errato crea un influenza negativa nella creazione del nuovo rapporto, condizionando persino l’allattamento.
A questo proposito le ricerche confermano che una delle cause d’abbandono dell’allattamento sia proprio il mancato riconoscimento dei cambiamenti fisiologici nello sviluppo del bambino.

Il non riuscire a capire il tuo bambino ti fa cadere  nel pensiero di sentirti una mamma inadeguata, il tuo latte non é sufficiente, etc.

Avere uno strumento per riconoscere i segnali ti fornisce delle conoscenze che portano a restare nella fiducia, sentirti competente, forte e non dipendere dagli esperti, o peggio dalle informazioni del web, app, etc.

Per cui se anche tu desideri aiutare il tuo bambino a rilassarsi, guidarlo, ritrovare fiducia in te stessa e un po’ di calma nel più breve tempo possibile compila il modulo di contatto

www.metodoarmony.ch/contatti

Lascia i tuoi dati

Ti ricontatto entro 24H e scoprirai come calmare il tuo bambino senza stress, senza tensioni, senza medicine.

Ci vediamo presto,

Michela

 

*RICONOSCIMENTI AL PROGRAMMA  HUG  YOUR BABY  E A JAN TEDDER

Healthy Start Evidence-Based and Promising Programs

North Carolina Nurses Association Certificate of Commendation

Web Health Award for Professional Website Training

World Wide Web Health Award

Community Partnership with Whattoexpect.com

National Health Information Award

Wellsphere TOP Blogger for Parenting

Tedder: WCHL Hometown Hero Award

Tedder: Honorary Member of Duke University Child Development Unit

Tedder: North Carolina Maternal Child Health Nurse of the Year

Tedder:  Sigma Theta Tau Award for Innovative Nursing

Tedder: Sigma Theta Tau Community Nursing Award

Facebook Comments

3 thoughts on “È davvero possibile conoscere il linguaggio segreto del bambino?

  1. Pingback: Perchè il mio bambino piange? - Metodo Armony

  2. Pingback: Il tuo bambino continua a piangere? Non sai più cosa e come fare? - Metodo Armony

  3. Pingback: Le sensazioni tattili permetto il controllo dei movimenti e del comportamento - Metodo Armony

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *